/ sostenibilità

La sostenibilità ambientale, cos'è, perché è importante, comportamenti sostenibili

Sostenibilità ambientale significato e best practice

Il concetto di sostenibilità è legato a quello di tutela dell’ambiente che, nel corso degli anni, è stato protagonista di una profonda evoluzione.
Infatti, se inizialmente la concentrazione era posta solo sull’aspetto ecologico, con il passare del tempo il tema si è allargato, includendo anche le dimensioni economiche e sociali e coinvolgendo attori mondiali di notevole importanza come l’ONU, l’economista Daly, l’UNESCO e molte altre.

Perché la sostenibilità è una necessità

La sostenibilità è la condizione di uno sviluppo in grado di assicurare il soddisfacimento dei bisogni della generazione presente senza compromettere la possibilità delle generazioni future di realizzare i propri e di lasciare loro una qualità della vita non inferiore a quella attuale.
Da questa definizione nasce la necessità della sostenibilità ambientale non solo legata a riciclo, riuso e biodegradabilità, bensì a un’idea più generale di rimodulazione dei consumi.
Il bisogno di prendersi cura dell’ambiente, inoltre, nasce dalla sua importanza: l’ambiente ci permette di vivere bene, si prende cura di noi donandoci ossigeno, erbe dalle quali derivano le medicine per curarsi, acqua che permette la vita.
Tuttavia, a causa dei nostri comportamenti sconsiderati, ci troviamo di fronte a un mondo disastrato: i pesci muoiono a causa delle acque inquinate o rimangono intrappolati in imballaggi di plastica, i ghiacciai diventano sempre più piccoli e molto altro.
La risposta a questo degrado è, appunto, la sostenibilità ambientale.

Quali i comportamenti sostenibili

Ma quali sono i comportamenti sostenibili?
Sono tutti quei comportamenti che influiscono positivamente sulla salute del Pianeta e di conseguenza, sulla nostra.
Eccone alcuni:

  • car pooling, o car sharing, riduce l’inquinamento ottimizzando la necessità di un autoveicolo;
  • preferire spostarsi a piedi o con la bicicletta invece che con la macchina, per ridurre a 0 l’inquinamento;
  • riparare anziché buttare, e nel caso non si possa fare, via libera al ri-uso creativo; preferire, inoltre, prodotti con una lunga vita;
  • riciclaggio e compostaggio, permette di riutilizzare le materie prime non rinnovabili generando materia prima-seconda;
  • orto e orto urbano, oltre ad aumentare il “verde” ti consente di coltivare una piccola parte di cibo in casa, come gli odori;

sostenibilità-ambientale

  • riutilizzare e abolire l’usa e getta, quindi attenzione ai materiali utilizzati: le bottiglie di vetro o di alluminio sono ottimali per l’acqua. Prima di gettare qualsiasi cosa, chiedersi sempre se può essere riutilizzato, magari aggiungendo un pizzico di creatività;
  • prediligere prodotti locali o a km zero, i quali non essendo prodotti industriali non sono soggetti a trattamenti chimici per renderli più “grandi” e “belli”;
  • ridurre i consumi, scegliendo prodotti a basso impatto ambientale, con poco packaging e ingredienti da agricoltura biologica che, oltre ad essere un bene per l’ambiente migliorano anche la salute.

I libri dedicati alla sostenibilità

Se stai cercando dei “manuali” per la sostenibilità ambientale, questo è il posto giusto.
Di seguito troverai una lista di libri dedicati alla sostenibilità, per scoprire quanto più possibile sul tema e sulle conseguenze di alcuni comportamenti dell’uomo.

Manuale della sostenibilità. Idee, concetti, nuove discipline capaci di futuro

In questo libro del 2007 Gianfranco Bologna ricostruisce il significato del termine "sostenibilità" partendo dagli autori classici che ne hanno tracciato la storia per arrivare alle nuove proposte transdisciplinari che ne disegnano le prospettive future, in un ricco mosaico ampio e documentato.
L'ultima parte del volume è poi dedicata all'approfondimento ancora attuale di due emergenze di portata globale:

  • il cambiamento climatico;
  • la progressiva distruzione della diversità biologica.

Green belt e altre espressioni di verde urbano. La tutela naturalistica nelle città europee

Il libro di Donata Castagnoli del 2019 offre una panoramica su cinture di verde urbano in Europa, riportando immagini e descrizioni atte a comprendere l’effettiva realizzazione e l’efficacia di ogni singola green belt.
Si passa poi ad esaminare il caso italiano, inserendolo in un più esteso riferimento al verde urbano da un lato e alle reti ecologiche regionali dall'altro.

Crescita qualitativa. Per un’economia ecologicamente sostenibile e socialmente equa

Questo libro di Capra e Henderson del 2017 si focalizzano sul problema principale della nostra epoca: l'illusione che su un pianeta limitato sia possibile una crescita illimitata.
Questa fiducia irrazionale in una perenne crescita economica è indicativa di uno scontro fondamentale fra un pensiero lineare e i pattern non lineari della nostra biosfera, i sistemi e i cicli ecologici che costituiscono la trama della vita.

Sostenibilità e creazione di valore. Nuove prospettive e percorsi organizzativi

Anche se pubblicato nel 2015, il libro di Enrico Fiorenza è ad oggi ancora attuale.
Nel libro si ipotizza una nuova figura professionale al centro della lotta alla sostenibilità ambientale: il Sustainability Manager, in grado, tra l’altro, di evidenziare, anche attraverso un opportuno approccio statistico, come differenti modalità di comunicazione possano far emergere varie risposte da parte degli stakeholder.

La verde pelle di Gaia. Dialogo tra un biologo e un druido nel bosco

Giuseppe Barbiero, Federico Gasparotti ed Elena Baruzzi sono gli autori di questo libro, che è un incontro tra due studiosi divisi da duemila anni di progressi scientifici, un biologo ed un druido del bosco appunto, e nel quale emergono spunti e riflessioni in equilibrio tra scienza e filosofia, biologia e spiritualità.
Leggendo il libro il lettore si rende conto di come la scienza contemporanea stia riscoprendo dimenticate conoscenze e di come la biologia stia sempre più focalizzandosi sulla necessità di recuperare uno stile di vita naturale.

Madre Terra è stanca

In questo libro di Viano e Monzani, si esamina il ruolo che gli Stati, le istituzioni finanziarie italiane e le multinazionali giocano nello scontro per l’accaparramento delle risorse, un conflitto secolare e ciclico.

Biodivercity. Città aperte, creative e sostenibili che cambiano il mondo

Attraverso una galleria di ritratti inediti di città e di personaggi che ne hanno tracciato il destino, Elena Granata racconta di esperimenti, di follia creativa e di opposizione ostinata ai modelli assodati, così come racconta di occasioni in cui il banale buonsenso scardina regolamenti asettici per preservare preziosi contesti locali.
D’altronde le città sono le prime responsabili dei cambiamenti climatici, da cui dipendono molti dei comportamenti più distruttivi per il pianeta; per questo motivo il vero cambiamento part da qui.

Città sostenibili. Una prospettiva sociologica

Rimanendo in tema “città”, questo libro del 2009 di Luca Davico, Alfredo Mela e Luca Staricco riflette su alcuni problemi tipici delle città secondo una particolare prospettiva: quella sociologica.

La resilienza del bosco. Storie di foreste che cambiano il pianeta

Il questo libro Giorgio Vacchiano racconta la forza immane di adattamento delle foreste che noi immaginiamo statiche.
L’attività di ricerca e i viaggi dello scrittore gli hanno permesso di affermare che il bosco è caratterizzato da una naturale resilienza e che in questo ecosistema noi ne siamo immersi.
Il libro è un ottimo spunto di riflessione sulla storia del nostro ecosistema e un buon punto di partenza per ragionare in ottica sostenibile.

Il clima globale cambia. Quanta colpa ha l’uomo?

Lo scopo che ha portato Ernesto Pedrocchi a pubblicare questo libro del 2019 è quello di far parlare i dati sperimentali sul clima del passato remoto, storico e recente e farli conoscere agli interessati.
Poiché oggi si parla spesso di clima senza che siano dati empirici facilmente reperibili, Pedrocchi ha voluto ovviare a questa carenza.

Le risorse online dedicate alla sostenibilità

Oltre ai libri e saggi, online si possono trovare numerose App e risorse per l’educazione ambientale.
Sapersi comportare con la natura incide positivamente sulla sostenibilità ambientale; l’ideale sarebbe acquisire questi comportamenti in giovanissima età.

Observado

Observato è un sito dedicato alla biodiversità che permette di scambiare immagini e informazioni sul mondo naturale.

Leafsnap

sostenibilità-ambientale

Leafsnap è un erbolario online, un sito sviluppato dalla Columbia University e dallo Smithsonian Institution che permette di effettuare ricerche tra tutte le varietà di piante e poter confrontarle tra loro.

Macauley Library

Macauley Library è un’iniziativa della Cornell University che consiste nel registrare e rendere disponibili online i suoni naturali delle specie animali.
Ad oggi la Macauley Library è la più grande collezione di suoni naturali: ben 9 mila specie animali

GRO Recycling

App dedicata ai più piccoli, è un gioco di simulazione che sensibilizza sull’importanza della raccolta differenziata: solo dando da mangiare ogni rifiuto al contenitore giusto potranno creare nuovi oggetti.

Fragile Earth

È un’App che, attraverso immagini satellitari o fotografie aeree, rivela un pianeta fragile in cui l’intervento dell’uomo modifica il paesaggio in maniera irreversibile.

Toca Nature

Inspirato ai vecchi videogiochi per PC come The Sims o Theme Park World, questa applicazione è un valido strumento per affrontare concetti importanti come quello di habitat ed ecosistema.
Il gioco, infatti, consiste nel creare un ambiente e popolarlo nella logica dei suoi abitatori.

Plantis

Plantis è un vero e proprio organizzatore di piante, animali ed elementi naturali.
Il bambino può, infatti, aggiungere schede di approfondimento, etichette descrittive e può osservare le conseguenze delle diverse possibili interazioni tra piante, animali ed altri elementi naturali.

YouFeed e sostenibilità

YouFeed ha scelto di stare dalla parte dell’ambiente ed è promotore di azioni e comportamenti green per la tutela dell’ambiente.
Da tempo YouFeed è impegnato nella sensibilizzazione alla sostenibilità ambientale, convinto che piccole azioni quotidiane permettono di salvaguardare il nostro Pianeta per garantire a noi e ai nostri figli un futuro migliore.
YouFeed crede fortemente che dalle piccole azioni si possano sviluppare grandi cose: segui il blog e scopri di volta in volta come migliorarti per un Pianeta migliore.